Bando 2017

 

PREMIO INTERNAZIONALE DI RESTAURO ARCHITETTONICO

“DOMUS RESTAURO E CONSERVAZIONE FASSA BORTOLO”

VI Edizione - Bando 2017

 

 

 

Art. 1 - ISTITUZIONE DEL PREMIO

II Premio Internazionale di Restauro Architettonico denominato “Domus restauro e conservazione Fassa Bortolo”, ideato e promosso nel 2010 da Fassa S.r.l., titolare del marchio “Fassa Bortolo”, e dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, in occasione del Ventennale della propria fondazione, nasce dalla volontà di premiare e far conoscere ad un ampio pubblico restauri architettonici che abbiano saputo interpretare in modo consapevole i princìpi conservativi nei quali la comunità scientifica si riconosce, anche ricorrendo a forme espressive contemporanee.

 

Art. 2 - IL PREMIO

II Premio è indirizzato ad individuare non solo i progettisti, ma anche le imprese specializzate che hanno realizzato i lavori di restauro per l’importanza che in questo settore rivestono le specifiche competenze imprenditoriali.

Il premio ha cadenza annuale ed è suddiviso in due sezioni che si alternano ogni biennio:

 

• sezione “Opere realizzate”: verranno premiati con medaglie d’oro e d’argento i progettisti del settore privato o pubblico e le Ditte di restauro che hanno realizzato le opere;

• sezione “Progetti elaborati come Tesi”: saranno assegnate medaglie d’oro e d’argento ai progetti risultati di Tesi di Laurea, Master, Dottorato, Scuole di Specializzazione, ritenuti, a giudizio della giuria, meritevoli per aspetti particolari.

 

In questa Sesta edizione, per l’anno 2017, la categoria in concorso sarà quella definita come “Opere realizzate”.

Per l’anno 2017, il montepremi complessivo della categoria “Opere realizzate”, sarà di 10.000,00 Euro così distribuito:

 

• un premio (e medaglia d’oro) al vincitore del Premio “Domus Restauro e Conservazione Fassa Bortolo” pari a 5.000,00 Euro;

• due premi (e medaglie d’argento) ai secondi classificati pari a 2.500,00 Euro ciascuno.

 

La Giuria, se lo riterrà opportuno, potrà individuare ulteriori Menzioni Speciali e definire in maniera diversa la distribuzione del montepremi.

La Giuria ha inoltre la facoltà di costituire una Shortlist del Premio per evidenziare quei progetti che, seppure meritevoli, non sono rientrati nella rosa dei premiati e dei menzionati.

 

Art. 3 - IL PREMIO SPECIALE FASSA BORTOLO

Dalla Quinta edizione viene introdotto il Premio Speciale Fassa Bortolo, un riconoscimento che verrà assegnato a coloro che nel rispetto dei principi conservativi, della sostenibilità e della qualità architettonica abbiano saputo utilizzare le soluzioni appartenenti al Sistema Integrato Fassa Bortolo ovvero ai principali Sistemi a esso connessi.

Sarà possibile candidare un progetto al Premio Speciale e entrare quindi nella lista dei progetti selezionabili presentando la relativa documentazione (vedi art. 6 punto h).

Il montepremi per il progetto vincitore è definito in € 3.000,00.

 

Art. 4 - CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

Per l’anno 2017 le candidature al Premio come “Opere realizzate” possono essere presentate da singoli professionisti o in raggruppamento temporaneo, da studi di architettura-ingegneria e dalle imprese di costruzione che hanno realizzato i lavori di restauro. Ogni singolo candidato, impresa o raggruppamento potrà prendere parte alla competizione con un solo progetto realizzato.

L’opera dovrà essere stata ultimata entro 10 anni dalla data di pubblicazione del presente bando.

 

Art. 5 - MODALITÀ D’ISCRIZIONE

La candidatura al Premio può avvenire compilando l’apposito form elettronico presente nel sito www.premiorestauro.it entro il 30/11/2017 (scadenza posticipata >> 15/12/2017).

 

Art. 6 - DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

Per partecipare alla competizione dovranno essere inoltrati gli elaborati come di seguito specificato.

Per l’anno 2017, i candidati per la Sezione “Opere realizzate” dovranno consegnare i seguenti materiali suddivisi in cartelle dal codice alfanumerico (a, b, c, d, e, f, g, h):

a)     breve curriculum del/i concorrente/i di massimo 2.000 battute di testo, spazi compresi, in italiano ed inglese (la traduzione è esclusa dal calcolo delle battute), precisando la sede dello studio di progettazione e allegando foto del candidato o del raggruppamento di progettazione in formato JPEG (risoluzione 300 dpi, lato corto 5 cm minimo);

b)     breve curriculum dell’Impresa esecutrice dei lavori di massimo 2.000 battute di testo, spazi compresi, in italiano ed inglese (la traduzione è esclusa dal calcolo delle battute);

c)      scheda con i dati di identificazione del progetto realizzato (nome del Progetto, luogo (comprensivo di Nazione e Città), committente, paternità dell’opera, collaboratori, cronologia dell’intervento);

d)     relazione sintetica (massimo 2.000 battute di testo, spazi compresi, in italiano ed inglese, la traduzione è esclusa dal calcolo delle battute).

e)     relazione tecnico-descrittiva del progetto e dell’intervento (massimo 15.000 battute di testo, spazi compresi, in italiano e inglese, la traduzione è esclusa dal calcolo delle battute), in cui sia possibile evincere con chiarezza i princìpi alla base del progetto, e la descrizione delle metodologie scelte per l’intervento;

f)      descrizione dell’opera prima dei lavori e dopo i lavori di restauro (piante, prospetti e sezioni, schizzi di progetto, schemi concettuali, eventuali foto del plastico, eventuali immagini rendering, eccetera, in file separati in formato PDF per i file vettoriali e JPEG per i raster);

g)     un minimo di 12 immagini (JPEG con risoluzione a 300 dpi, lato corto minimo 15 cm) fotografiche significative: minimo 3 dello stato precedente ai lavori; minimo 6 dell’opera realizzata; minimo 3 delle fasi di cantiere maggiormente significative;

h)     solo per chi abbia intenzione di competere anche per il Premio Speciale Fassa Bortolo: dichiarazione firmata dal responsabile del progetto necessaria a certificare l’utilizzo nel cantiere di soluzioni appartenenti al Sistema Integrato Fassa Bortolo ovvero ai principali Sistemi a esso connessi (Cartongesso, Posa, Intonaci e Ripristino, Sistema Colore, Cappotto e Rivestimenti etc. vedi www.fassabortolo.com) con specifica della ditta/applicatore di cui ci si è avvalsi nelle fasi di cantiere e relativa documentazione fotografica (di particolari esecutivi minimo 3 in formato JPEG con risoluzione a 300 dpi, lato corto minimo 15 cm e foto di cantiere minimo 3 in formato JPEG con risoluzione a 300 dpi, lato corto minimo 15 cm).

 

Tutti gli elaborati indicati ai punti a), b), c), d), f), g) del presente articolo riferiti alla sezione “Opere realizzate” dovranno essere inseriti in 2 tavole di formato A1 verticale, composte liberamente, che saranno principale oggetto di valutazione da parte della Giuria.

 

Art. 7 - CONSEGNA DEGLI ELABORATI

Per eliminare i carichi ambientali legati all’imballaggio e al trasporto del materiale di partecipazione e per evitare disguidi (specialmente nei transiti doganali con paesi extra europei e Svizzera) che frequentemente hanno portato ad alti costi nelle spedizioni, gli elaborati sopraelencati all’art. 5 dovranno pervenire tramite invio digitale utilizzando di sistemi di spedizione di posta elettronica di grande formato entro e non oltre il 15/12/2017 all’indirizzo: premiorestauro@unife.it.

Il mancato rispetto dei tempi di consegna degli elaborati, l’assenza dei requisiti di partecipazione richiesti, la difformità degli elaborati rispetto a quanto previsto all’art. 5 del presente bando costituiscono motivo di esclusione dalla selezione da parte della commissione giudicatrice.

L’adesione al Premio prevede il pagamento di una quota d’iscrizione necessaria per consentire all’ente banditore di sostenere le spese tecniche di gestione dei file e della stampa su carta fotografica ad alta risoluzione con montaggio su supporto rigido delle tavole per esposizioni anche internazionali. La quota è definita in €120,00. Il pagamento della quota dovrà essere effettuato entro il 15/12/2017 con le modalità indicate sul sito ufficiale del Premio (www.premiorestauro.it) nella sezione dedicata all’iscrizione.

 

Art. 8 - GIURIA

La giuria di questa VI edizione è composta da:

- Prof. Riccardo Dalla Negra (Presidente)

- Prof.ssa Maria Adriana Giusti

- Arch. Maria Piccarreta

- Prof. Javier Galliego Roca

- Prof. Marcello Balzani (Segretario).

 

II giudizio della giuria sarà inappellabile e insindacabile.

Nel 2016 il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara ha nominato l’apposita giuria che resta in carica per l’intero biennio della specifica edizione, essendo stata chiamata ad esprimersi sia sulla categoria “Progetti elaborati come Tesi” nel 2016 che su quella relativa al presente concorso “Opere realizzate” nel 2017.

 

Art. 9 - COMUNICAZIONE DEGLI ESITI

Gli esiti della selezione con l’individuazione dei vincitori e l’assegnazione dei riconoscimenti speciali della sesta edizione, anno 2017, saranno comunicati a tutti i partecipanti entro il mese di Marzo 2018; il verbale dell’aggiudicazione e la motivazione del premio e dei riconoscimenti assegnati saranno inoltre divulgati attraverso il sito ufficiale del Premio (www.premiorestauro.it) e quello aziendale della Fassa S.r.l. (www.fassabortolo.com), nonché sulla stampa specializzata.

I promotori del Premio si impegnano inoltre a valorizzare i risultati del Premio e a divulgare i progetti selezionati e presentati con il più ampio spettro di iniziative convegnistiche ed editoriali per confermare l’importanza del dibattito e del confronto di idee e di metodologie.

 

Art. 10 - PUBBLICAZIONE DELLE OPERE PREMIATE

I progetti vincitori insieme a tutti quelli ritenuti onorevoli di una speciale menzione e gli shortlisted saranno pubblicati in un fascicolo dedicato all'edizione del Premio.

 

Art. 11 - ADESIONE AL BANDO

Con l'invio della documentazione necessaria per l'ammissione al concorso, i partecipanti al Premio:

- dichiarano sotto la propria responsabilità di essere gli esclusivi titolari dei diritti d’autore dei progetti presentati;

- accettano e aderiscono a tutte le norme stabilite dal presente bando;

- acconsentono alla non restituzione del materiale inviato;

- autorizzano il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara e Fassa S.r.l., promotori del Premio, a utilizzare e divulgare la documentazione di cui all’art. 6 (che precede tavole, elenco materiali utilizzati, nonché quanto previsto come contenuto delle cartelle da lett. a) a h) relativa ai progetti elaborati) al fine della loro pubblicazione totale o parziale sia in formato cartaceo che digitale, per qualunque fine, anche indipendente dal Premio oggetto del presente bando, nonché per finalità promozionali e pubblicitarie, fermo l’obbligo di citazione dell’autore.

Resta espressamente inteso che a fronte di tale autorizzazione non è previsto alcun compenso e, pertanto, i partecipanti non avranno nulla a pretendere a qualunque titolo, ivi compreso i diritti d'autore, nonché a fronte degli utilizzi che l’Università degli Studi di Ferrara e/o Fassa S.r.l. potranno fare della documentazione sopra indicata; si impegnano a tenere indenni il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara e Fassa S.r.l. da eventuali contestazioni, pretese o giudizi relativi ai contenuti dei progetti utilizzati e divulgati per le pubblicazioni indicate al punto precedente.

La direzione del Premio si riserva ogni variazione che si renda necessaria per la migliore realizzazione, nonché ogni richiesta di integrazione del materiale ricevuto.

 

Art. 12 - SEGRETERIA DEL PREMIO

Per informazioni e chiarimenti l'indirizzo della segreteria del Premio è il seguente:

Università degli Studi di Ferrara - Dipartimento di Architettura

Via Quartieri 8, 44121 Ferrara

e-mail: premiorestauro@unife.it

www.premiorestauro.it

SPONSORIZZAZIONE

Fassa Bortolo

 

> Scarica il Bando 2017